Mangia, messaggia, ama con Dindr!

dindr

Dimenticativi di Tinder e dei match basati sull'estetica. Ora quel che conta sono le papille gustative: arriva Dindr, la app che collega gli amanti del food

Quante volte nel bel mezzo dello swipe – verso destra o sinistra che sia – ci siamo chieste se valesse davvero la pena di cliccare sulla spunta verde e scoprire la presenza o meno del match? In secondo luogo, le domande che ci si pone sono sempre le stesse: ci esco? Gli scrivo o aspetto che sia lui a farlo? E se faccio brutta figura? Che intenzioni avrà?

Bene, dimenticate tutto questo o quasi: arriva Dindr, l’app che permette di trovare la tua dolce metà attraverso… Le papille gustative! Non siamo impazziti: per una volta a condurre i 5 sensi nella scelta del partner, infatti, è proprio il gusto.

Dindr

Non è altro che un esperimento legato al food nato a Houston, in Texas, con uno scopo leggermente diverso: presentare i piatti più appetitosi e consigliare ristoranti tramite recensioni a cui era possibile mettere il fatidico cuoricino. L’applicazione dava anche la possibilità di incontrarsi dal vivo con gli altri utenti, i Dindr users. Inutile dire che visto l’ingente numero di appuntamenti, si è pensato di trasformarla in un’app di dating con lo scopo di creare match e incontri basandosi unicamente sulle preferenze culinarie. Secondo uno studio effettuato da Knorr infatti, il 75% delle coppie – su 12 mila relazioni prese in esame – avrebbe in comune proprio la tavola.

Come funziona

L’appuntamento può avvenire in 3 momenti precisi, come fossero le tre portate principali dell’amore: pranzo, merenda e cena. Una volta deciso quando, l’algoritmo seleziona i papabili in base a disponibilità, gusti, distanza.

Successivamente attraverso Yelp, la piattaforma utilizzata per recensire i locali, viene proposta una rosa di 3 ristoranti tra i quali scegliere. Se entrambi la pensano allo stesso modo scatta il match e ci si mette d’accordo per incontrarsi. In caso contrario, la chat svanisce nel nulla.

Ecco la fregatura: Italia non è ancora arrivata… ma poco ci manca, ne siamo sicuri!