«The Assassination of Gianni Versace» è tutta finzione

versace american crime story

Nuovi dettagli sulla serie tv American Crime Story - The Assassination of Gianni Versace prodotta da FoxCrime e firmata da Ryan Murphy

American Crime Story – The Assassination of Gianni Versace in onda in USA il 17 gennaio e il 19 gennaio in Italia, parte già con il piede sbagliato:

«La famiglia Versace non ha autorizzato né ha avuto alcun coinvolgimento nella serie televisiva dedicata alla morte di Gianni Versace. Dato che Versace non ha autorizzato il libro da cui è parzialmente tratta, e non ha preso parte alla stesura della sceneggiatura, questa serie televisiva deve essere considerata un’opera di finzione» ha dichiarato la famiglia a proposito della serie tv targata FoxCrime.

American Crime Story: Versace/Cunanan

American Crime Story: Versace/Cunanan si concentra sull’assassinio del leggendario stilista italiano Gianni Versace – nell’estate del 1997 – sui gradini della sua villa a Miami Beach e che, si ritiene, sia stato commesso dal serial killer Andrew Cunanan. Cunanan era un tossicodipendente dedito alla prostituzione omosessuale e non poté mai essere interrogato perché fu trovato senza vita alcuni giorni dopo la morte di Versace.

Diretta da Ryan Murphy e basata sul libro Vulgar Favors scritto dalla giornalista di Vanity Fair Maureen Orth, è la serie più attesa della prossima stagione. Il cast stellare avrà come protagonisti principali Penelope Cruz nei panni di Donatella Versace, Edgar Ramirez in quelli di Gianni e Ricky Martin nel ruolo del compagno dello stilista, Antonio D’Amico.

Il no di Lady Gaga

Ryan Murphy aveva deciso di mettere una pietra sopra le voci di un possibile coinvolgimento della cantante Lady Gaga nei panni della rifattissima e biondissima stilista italiana Donatella Versace nella terza stagione di American Crime Story. Senza tanti “se” e tanti “ma”, lo sceneggiatore statunitense aveva risposto un secco «NO» ai giornalisti della Television Critics Association che – sicuramente – non vedevano l’ora di scrivere la succulenta notizia. Approfittando dell’incontro con la stampa e delle continue richieste di conferme in merito ai rumor che imperversavano nella rete, Murphy aveva chiarito una volta per tutte la situazione, stroncando le critiche al vetriolo ancora prima di nascere.

«È un’amica, ma sarà molto impegnata quest’anno: si sta preparando per il Super Bowl e reciterà nel film È nata una stella, poi credo andrà in tour. Quando arriverà il momento di girare Versace, un impegno lungo cinque mesi e una stagione davvero imponente, andremo in giro per il mondo. Quindi non credo che, visti i suoi impegni, sarei mai riuscito a renderlo possibile. Mi piacerebbe lavorare con lei su qualcosa in futuro» aveva spiegato il produttore esecutivo.

Lady Gaga e American Crime Story

Come ricorderete, abbiamo visto Miss Gaga prendere parte tra i protagonisti principali della quinta stagione dell’altra serie antologica di Murphy, American Horror Story, e anche come comparsa nella sesta, seppur brevemente. Siamo tutti sicuri del fatto che La Lady sarebbe stata sicuramente una scelta coerente (e azzeccata) per il ruolo dell’amicona Donatella Versace, e non solo per una questione di evidenti somiglianza!