Miley Cyrus e il sospetto “boob job”

miley cyrus

La cantante non ha mai nascosto il suo orientamento sessuale e la relazione con Liam Hemsworth. Avrà fatto il contrario con il ritocchino?

Chi ha detto che i completi da uomo non sono sexy? Lo sa bene Miley Cyrus che, beh, ha scelto una personalissima variante firmata Jean Paul Gaultier.

L’inversione di rotta della cantante è ormai cosa risaputa. La popstar hippie che conoscevamo ha lasciato il posto a una signorina perbene che ha detto no a droghe e alcool (senza però rinunciare ai topless a cui è particolarmente affezionata e fa fatica a separarsi) per amore del fidanzato Liam Hemsworth.

Su Instagram la Cyrus ha postato uno scatto in cui dalla giacca nera spunta un sideboob – lato del seno – che sembra essere lievitato consistentemente, contando il seno a coppa di champagne a cui ci aveva abituati. C’è forse lo zampino del chirurgo? Anche Miley non ha resistito al richiamo del boob job o mastoplastica additiva per dirla all’italiana? O forse non è solo la cantante ad essere maturata: che sia il momento giusto per aspettare un bimbo e metter su famiglia?

A post shared by Miley Cyrus (@mileycyrus) on

Sono pansessuale!

La cantante prezzomolina non ha mai nascosto il suo orientamento sessuale “aperto” e privo di etichettature, ribadendo la questione anche durante l’ultima intervista rilasciata a Variety Magazine. L’ex stellina della Disney non si sente eterosessuale, né omosessuale né tantomeno bisex. E allora, che è?

«Per tutta la vita, non ho capito il mio genere e il mio orientamento sessuale. Ho sempre odiato la parola “bisessuale”, perché questo termine mi ingabbiava in una scatola» inizia Miley. «Quando ero piccola la mia prima relazione è stata con una ragazza. Il fatto è che sono cresciuta in una famiglia molto religiosa e inizialmente i miei genitori non comprendevano le mie scelte. Ma sapevo che un giorno avrebbero cambiato idea» continua l’ex Hannah Montana.

«Anche se può sembrare molto strano, io mi sento neutra, pansessuale. Non mi sento gay o etero e credo che alla sigla LGBT andrebbe aggiunta una P di pansessuale» ha concluso la Cyrus.