È morto Mark Salling, star di Glee

mark salling

Mark Salling, attore 35enne protagonista della serie-tv Glee, è stato trovato morto e secondo la polizia americana si tratterebbe di suicidio

Mark Salling, l’attore 35enne noto per aver preso parte alla serie-tv musicale Glee, è stato trovato morto in mattinata. Secondo il magazine americano Tmz che cita alcune fonti interne alla polizia americana, Salling – Noah “Puck” Puckerman nella serie – sarebbe stato ritrovato senza vita nei pressi di Los Angeles River, vicino alla sua abitazione a Sunland. Si tratterebbe di suicidio. A dare l’allarme sarebbe stata la famiglia visto che da giorni Mark aveva fatto perdere le sue tracce. Il corpo, appeso a un albero in un campo di baseball, era in quello stato da diverse ore. Già lo scorso agosto l’attore aveva tentato di togliersi la vita anche se questo episodio non era mai stato comprovato.
Questa volta, a confermare la triste notizia è l’avvocato dell’attore, Michael J. Proctor, senza però rivelarne apertamente le cause: «Mark era una persona gentile e amorevole, dalla grandiosa creatività, che si stava impegnando al meglio per espiare alcuni seri errori commessi in passato»

L’accusa

A ottobre Salling era stato dichiarato colpevole nel processo a seguito dell’accusa del possesso di materiale pedopornografico. Nel 2015 infatti, durante una perquisizione all’interno dell’abitazione della star – a cui è seguito l’arresto – erano state ritrovate sul portatile 50mila fotografie di minorenni. Dichiaratosi colpevole, con un accordo legale che prevedeva la sua iscrizione all’interno dei registri americani di chi ha compiuto reati a sfondo sessuale, Salling si sarebbe dovuto sottoporre a un programma di riabilitazione, evitando di entrare in contatto con minorenni e locali frequentati dagli stessi.
La sentenza fissata per il 7 marzo  avrebbe previsto una pena pari a 4-7 anni di prigione, tramite patteggiamento.
La maledizione di Glee

Salling non è il primo attore di Glee ad andarsene: nel 2013 Cory Monteith – quasi marito della protagonista Lea Michele – era stato trovato morto nella stanza di un hotel a causa di mix letale di alcool e droghe. Nel 2014 invece, era venuto meno il fidanzato di Becca Tobin, Matt Bendik.