Arriva il musical di Pretty Woman!

pretty woman

Gary Marshall, il regista del film cult anni 90, ha in programma un adattamento della pellicola in uno spettacolo di Broadway. Vediamo chi ci reciterà!

Pretty Woman, lo storico film portato al cinema nel 1990 da regista Gary Marshall, raddoppia e torna in scena. Sì, ma a Broadway nell’autunno 2018 e con una veste insolita. Più insolita di quelle indossate da Vivian nella prima edizione del cult. Richard Gere e Julia Roberts questa volta però non saranno i protagonisti e, a malincuore, si sono dovuti fare da parte e appendere al chiodo, abito e cuissardes.

Gli attori

Ad interpretare Vivian sarà l’attrice e cantante Samantha Bark (26) vista recentemente in Les Misérables. Il personaggio della prostituta è stato fortemente mitigato dalla produzione: si tratterà infatti di una ragazza comune che per ingenuità, finisce con l’intraprendere la strada della prostituzione. Niente  che fare con l’originale interpretazione di Julia Roberts. L’Edward interpretato Richard Gere invece, non ha subito invece cambiamenti o migliorie e sarà interpretato da Steve Kazee  il Gus Pfender di Shameless – vincitore di un Tony Award per il musical di Broadway Once. Non un pivello in fatto di musical, per intenderci.

Non a caso, per la realizzazione di questo remake in salsa moderna, sono stati selezionati due protagonisti in grado di ballare e cantare, intrattenere il pubblico, con esperienza pregressa nel campo dei musical. Giusto per portarsi a casa un successo sicuro, almeno dal punto di vista funzionale! Sicuramente il pubblico né apprezzerà l’intento ma, quello che più preme capire è se la Barks e il collega Kazee riusciranno a colmare il divario – emotivamente ma anche fisicamente – tra loro e i Vivian ed Edward precedenti. Si sa, quello che interessa al pubblico sono le emozioni e i ricordi più che i tecnicismi.

Le musiche

Pretty Woman versione Broadway sarà a tutto rock, non per quanto riguarda le ambientazioni ma per la colonna sonora. A quanto raccontato da Jerry Mitchell – il coreografo dello spettacolo le canzoni di Bryan Adams scelte per rispolverare questo classico, dandogli nuova vita, daranno vita a balli frenetici dal ritmo incalzante.