Addio a Liliane Bettencourt

Liliane Bettencourt

Il mondo del beauty è in lutto per la morte di Liliane Bettencourt, "regina" della bellezza, ereditiera del marchio L'Oréal e donna più ricca del mondo

All’età di 95 anni si è spenta la presidentessa del colosso cosmetico L’Oréal, Liliane Bettencourt. Non solo regina di bellezza ma anche di grano, a quanto afferma la classifica 2016 di Forbes che l’aveva incoronata donna più ricca del mondo grazie al patrimonio di 44 miliardi di euro. Da una semplice – ma innovativa per l’epoca – tintura per capelli venduta nei saloni parigini del primo novecento, un’oculata gestione nel tempo di affari e portafoglio dell’azienda di famiglia, e una vita lontana dal jet set, l’impero di Liliane è riuscito a preservarsi e arrivare ai giorni nostri.

L’Oréal

Eugène Schueller, un giovane chimico con spirito imprenditoriale, fondò nel lontano 1909 l’impresa che divenne poi l’odierno Gruppo L’Oréal grazie proprio all’invenzione della famosa tintura per capelli di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente. Da lì, ricerca e innovazione sono diventati i fondamenti dell’azienda che hanno permesso l’espansione del brand, la creazione di prodotti iconici e l’acquisizione di marchi strategici.

Le Grand L’Oréal negli ultimi anni, si è fatta baluardo anche della “diversità” nel mondo del beauty, sempre nel rispetto dell’ambiente. Per prima ha lanciato il concetto di bellezza alternativa, utilizzando donne di colore come testimonial, associandovi il famosissimo claim “Perché io valgo”.

Liliane Bettencourt ha successivamente ereditato l’azienda, dopo un’infanzia tutt’altro che felice; il matrimonio con il ricco politico francese, André Bettencourt, da cui ebbe la figlia Françoise; lo scandalo che coinvolse l’ex presidente francese Nicolas Sarkozy e l’accusa di evasione fiscale.