Brad Pitt e il suo (difficile) rapporto con l’alcool

brad pitt

L'attore parla per la prima volta del divorzio dall'ex moglie Angelina Jolie, del suo difficile rapporto con l'alcol e dell'amore incondizionato per i figli

Dopo il crollo dello scorso settembre a seguito del divorzio – inaspettato e scioccante avvenuto allo scoccare dei 12 anni di matrimonio – tra lui e Angelina Jolie, la battaglia per l’affidamento dei sei figli adottivi (Maddox, 15, Pax, 13, Zahara, 12, Shiloh, 10, e i gemelli Vivienne e Knox, 8, ndr), le accuse per i maltrattamenti ai minori, Brad Pitt (53 anni) torna a parlare di sé e del suo rinnovato rapporto con Angie, dalla copertina del magazine Gq Style:

«Mi sono sentito incatenato al sistema quando i Servizi per i Minori mi hanno chiamato. Ma com’è noto, dopo tutto ciò, siamo stati in grado di lavorare insieme per venirne fuori. Entrambi facciamo del nostro meglio. Ho sentito dire a un avvocato:” Nessuno vince in tribunale, è solo una questione di chi viene ferito di più”. E sembra essere vero: trascorri magari un anno concentrandoti sul costruire un caso per difendere il tuo punto di vista, perché tu hai ragione e il resto è sbagliato, ma è solo un modo per alimentare l’odio» strada che lui e Angelina sembrano aver abbandonato.

Oggi Brad – continua nell’intervista –  dopo il periodo post-separazione trascorso nel bungalow di un amico a Santa Monica, vive felicemente nella casa d’infanzia dei suoi bambini sulle colline di Hollywood, con il cane: il bulldog Jacques. Ma la priorità e il primo pensiero dell’attore sono sempre stati e sempre saranno, i figlioletti.

«Fortunatamente la mia partner è d’accordo: è stato molto, molto doloroso per i bambini trovarsi improvvisamente la loro famiglia fatta a pezzi. E adesso dobbiamo ricostruirla, l’obiettivo è che ognuno venga fuori da tutto questo come una persona migliore e più forte».

Ma non solo. «I bambini sono così delicati. Assorbono tutto. Hanno bisogno di essere tenuti per mano, di qualcuno che spieghi loro le cose, di essere ascoltati. E quando ero nella modalità “assorbito da lavoro” non lo facevo. Adesso voglio farlo meglio, voglio fare di più».

L’attore ha parlato al magazine, per la prima volta, anche del suo difficile rapporto con l’alcool:

«Non riesco a ricordare un giorno, da quando ho finito il college, in cui non fossi ubriaco o non stessi fumando uno spinello, o qualcosa del genere. Ho smesso con quello solo quando ho cominciato a costruire una famiglia, ma era rimasto l’alcol. Onestamente, potevo bere un Russian con vodka sotto il tavolo. Ero un professionista, ero molto bravo. E oggi sono molto felice perché da sei mesi sono sobrio»

Perché ha smesso di bere? «Non volevo più vivere in quel modo».

Oggi, Brad, è visibilmente dimagrito, ma sta meglio. Ha iniziato la terapia e beve solo acqua frizzante e succo di mirtilli, affermando ironicamente di avere “il tratto urinario più pulito di Los Angeles”!

Nel corso dell’intervista, la star ha menzionato il nome dell’ex-moglie solo una volta per poi virare il discorso sul divorzio:

«È come morire, è un processo che va affrontato. Il primo desiderio è quello di “aggrapparsi”, poi subentra un cliché: “Se ami qualcuno, lascialo libero”. Dopo averlo provato, so cosa vuol dire. Significa amare senza possesso, senza aspettarsi nulla in cambio».